Un caffè con Denise, sciatrice, surfista, yogi e sport blogger.

Un caffè con Denise, sciatrice, surfista, yogi e sport blogger.

Ci siamo conosciute diversi anni fa, in acqua. Una ragazza solare come si può dire di tante altre ma dai suoi occhi emerge di certo qualcos’altro. Andiamo più a fondo…senza troppi giochi di parole vi presento Denise, un ex atleta di sci nordico, ora amante degli sport acquatici ed insegnate di Yoga.

Ciao Denise! Come stai? Cosa fai nella vita?
Ciao! Molto bene grazie! Vivo a Barcellona ma per lo più viaggio. Lavoro anche grazie al mio Blog www.denisedellagiacoma.com, dove racconto con Vlog quello che faccio, i miei viaggi, e dove parlo soprattutto di Yoga e Benessere.

Da quanto tempo fai yoga e da quanto lo insegni?
Faccio Yoga da circa sei anni. Lo insegno da tre. Ho iniziato ad insegnare dopo un primo corso di 200 ore a Malta, cercavo un posto vicino ma che mi formasse in lingua inglese. Poi ho deciso che ogni anno avrei fatto una formazione (di 100 o 200 ore), e così è stato.

Quando ti sei sentita pronta per insegnare?
Non c’è stato un momento particolare in cui io mi sia sentita pronta, sono stati più episodi della vita che mi hanno immesso sulla strada dell’insegnare Yoga, ed è stata la scelta più giusta che potessi fare.

Qual’è l tua posizione di yoga preferita? Perché?
Mi piace stare in equilibrio sulla testa, in verticale, non solo perchè stimola la circolazione ma soprattutto perchè mi dona un senso di pace e calma incomparabili.

Dopo tanto lavoro hai messo appunto un tuo stile di yoga che insegni a Barcellona e nei vari incontri che spesso organizzi, che cos’è il body mind flow yoga?
Partendo dal significato della parola Yoga, ovvero, unione, di mente, corpo e spirito, di movimento e respiro, di dinamicità e staticità, ho pensato a ideare uno stile dove la parola unione facesse da protagonista. E così ho creato uno stile che è la fusione tra diversi stili di yoga, principalmente di Hata e Vinyasa, con elementi di Power Yoga e dello Yoga tradizionale tantrico. D’altronde il fine stesso dello yoga, e della pratica è: riuscire a raggiungere e avvertire l’unione di corpo, mente e spirito. E quando raggiungi questo fine, che può essere per un solo secondo, per una sequenza o per una sessione intera, allora, sei nel Flow.

Quali sono i benefici dello yoga e a chi è più utile?
Lo Yoga è utile a tutti, proprio per i benefici: che sono sia fisici che mentali. Migliora il sistema muscolare, scheletrico, nervoso, cardivascolare e riproduttivo. Dona consapevolezza e aiuta a superare stress e depressione. Regala pace e felicità.

E’ vero che chi pratica yoga si approccia con maggior serenità alla vita quotidiana?
Sì, è tendenzialmente vero. Lo Yoga ti aiuta ad affrontare la vita di tutti i giorni con un approccio più sereno, lucido e calmo.

Per chi volesse approcciarsi a questa disciplina, che qualità dovrebbe ricercare in insegnante?
un bravo insegnante dovrebbe avere solo o meglio soprattutto una cosa: l’amore e la passione per questa disciplina e per l’insegnamento.

Ultima domanda? Perchè Yoga e Surf sono così perfettamente connessi?
Il Surf è lo Yoga del mare. T’insegna ad avere pazienza (soprattutto in Italia eheh), a vivere il momento presente, a connetterti con ciò che ti circonda e a rispettare la natura. C’è molto spiritualità anche nel surf. Per questo secondo me ogni surfista dovrebbe praticare Yoga. Ma anche per allungare la muscolatura (pre e post surf), per migliorare equilibrio e centralità. E, ultima cosa, ma non meno importante, per educare il respiro.

Confesso che dopo questa chiacchierata mi sento già pronta ad immergermi nel Flow! E per comprendere meglio cosa significhi essere nel Flow, vado a curiosare nel blog di Denise, dove trovo, tra una serie infinita di post molto utili per chi, come me, non fosse ancora un praticante, un video di yoga al Lago di Braies, che ti fa venire voglia di correre ad iscriverti.